ULTIME NEWS
Basta la tua firma e il nostro codice fiscale 00310810221. Grazie a te e a tante persone potremo continuare ad aprire le porte della nostra famiglia a chi non ha avuto la fortuna di averne una.
I volontari della missione incontrano i senza fissa dimora
La cena di solidarietà organizzata dal SIULP per il Villlaggio della Gioia è stata un'occasione unica dove solidarietà e divertimento. Ascolta l'intervista al comico Giuseppe Giacobazzi e a Daniele Severi, papà di una Casa Famiglia al Villaggio della Gioia.

HomeDalla Casa al Villaggio

Dalla Casa Famiglia al Villaggio

La Comunità Papa Giovanni XXIII è giunta nel corso della sua esperienza ad ideare nuove realtà di condivisione che, accanto alla casa famiglia, possano dare risposta al grido di aiuto di tante persone. Fra queste spiccano i “Villaggi”, nati dalla consapevolezza che spesso sono necessarie una rete coesa, una vivace capacità di sostegno e l’ampio respiro di un intero villaggio per restituire sicurezza e accompagnare nel cammino della vita chi più ha sofferto.
I Villaggi della Comunità Papa Giovanni XXIII cercano di dare risposta a diverse forme di bisogno, e quindi hanno spiccate caratteristiche proprie.

A Chalna (piccolo villaggio vicino alla città di Khulna, in Bangladesh), l’intera missione è costituita da una sorta di villaggio: tutte le strutture sono infatti circondate da un’unica recinzione che permette ai bambini di giocare liberamente nel cortile senza incorrere in pericoli. All’interno del villaggio si trovano 3 Case Famiglia e 7 Case di Accoglienza per bambini e persone in difficoltà. Vengono accolti ad esempio i bambini ed i giovani che studiano o lavorano ma che, perché disabili, orfani o in condizioni familiari pessime, necessitano di un ambiente sano, protetto e familiare in cui vivere; vi sono poi alcune famiglie che hanno bisogno di sostegno per svariati motivi, così abbiamo scelto di inserirli all’interno del nostro villaggio dando loro la possibilità di gestirsi autonomamente come famiglia ma sostenuti e accompagnati da noi.

Il “Villaggio della Carità”, a San Rocco Castagnaretta (CN), si muove nella direzione di offrire accoglienza e supporto a nuclei familiari in difficoltà ed a persone svantaggiate o affette da disabilità medio/lieve, creando per loro un ambiente familiare di mutuo aiuto. Vi risiedono 4 Case Famiglia e due famiglie aperte della Comunità Papa Giovanni XXIII, che si prendono cura di 2 alloggi indipendenti, privi di barriere architettoniche, atti ad ospitare soggetti con disabilità medio/lieve che, grazie alla collaborazione con la Cooperativa Sociale “Il Ramo” e con i servizi sociali, usufruiscono di percorsi personalizzati. Infine vi si trova un alloggio per i giovani che vogliono sperimentare la condivisione.

A Boceda di Mulazzo (MS) opera il “Villaggio dell’Accoglienza”, dove 3 Case Famiglia della Comunità si sono unite per dar vita ad un centro di accoglienza per persone adulte ed a diversi laboratori ergoterapici, per la produzione di prodotti di qualità della filiera del miele. In collaborazione con la Cooperativa Sociale “Il pungiglione”, si sono avviati percorsi di recupero personale, reinserimento sociale e formazione al lavoro per le persone accolte che hanno vissuto esperienze drammatiche come la detenzione o la schiavizzazione imposta dal racket della prostituzione.

Destinato particolarmente ai minori ed alle famiglie in difficoltà è, infine, il “Villaggio della gioia” di Forlì.


Iscriviti
alla Newsletter
nome

cognome

e-mail


Per visualizzare gli enti del Consorzio clicca quì

Consenso alla privacy

Nr.Verde 800 989 787

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK